BitMEX installa e testa la funzionalità satellitare di Blockstream

I migliori scambi di derivati di cripto-valuta BitMEX ha lavorato in modo significativo per migliorare il suo servizio di recente. Nel suo ultimo miglioramento del servizio, lo scambio ha collaborato con la società di sviluppo blockchain Blockstream per migliorare la capacità degli utenti di gestire i nodi.

Test facili per i professionisti

Ieri, lo scambio di derivati ha annunciato tramite un post ufficiale sul blog di aver implementato Bitcoin Satellite, un sistema satellitare di Blockstream, per consentire agli utenti di eseguire i nodi senza la necessità di una connessione a Internet.

Il sistema Bitcoin Satellite è uno dei servizi di punta di Blockstream, che permette agli utenti di scaricare una parte della catena di blocco dell’asset e di verificare le transazioni senza essere connessi a internet. Installandolo, BitMEX ha spiegato di aver fatto un passo avanti verso il miglioramento della sicurezza degli asset.

„Poiché questo sistema basato su satellite ha il potenziale per migliorare le caratteristiche di resistenza alla censura della rete Bitcoin e per difendersi da alcune forme di attacchi di eclissi, la sua esistenza è probabilmente uno sviluppo positivo“, ha spiegato lo scambio in astratto.

L’attacco dell’eclissi è uno dei tanti che possono colpire un nodo. L’attacco mira principalmente a perturbare la visione di un nodo dell’intera rete peer-to-peer, causando così un’interruzione e preparando la rete a un possibile attacco più sofisticato.

Tra gli effetti dell’attacco si annoverano, tra l’altro, i deboli minatori concorrenti e diverse forme di attacco a doppio spendo. Mentre il Bitcoin Satellite può contribuire a mitigare gli effetti di questo attacco, il BitMEX non sembrava eccessivamente interessato alle sue proprietà di sicurezza. Lo scambio si è invece concentrato maggiormente sulle funzionalità e sulle applicazioni pratiche del sistema satellitare. Terminato il post del blog, BitMEX ha notato che, pur essendo interessante eseguire un nodo, aveva qualche dubbio sulla praticità del sistema.

In particolare, BitMEX ha osservato che la funzione primaria del satellite è quella di rendere la partecipazione facile per chiunque senza bisogno di una connessione internet. Tuttavia, lo scopo è quasi sconfitto dal momento che la maggior parte dei partecipanti al nodo Bitcoin hanno questa utilità.

BitMEX non ha ottenuto il quadro completo

Lo scambio sembrava però mancare il punto. Quando Blockstream ha lanciato il suo servizio satellitare nel 2017, l’azienda ha pianificato di collegare tutti in tutto il mondo, indipendentemente dalla disponibilità di connessione a Internet.

L’amministratore delegato della Blockstream, Adam Back, disse allora che l’azienda aveva visto come una rete Bitcoin sempre più robusta potesse aiutare le aziende. Riducendo i costi di partecipazione e rendendo il Bitcoin più accessibile, ritenevano di poter migliorare l’adozione da parte delle aziende e dei privati, soprattutto nei mercati emergenti.

L’azienda ha lanciato inizialmente anche in Europa, Africa e nelle Americhe, anche se si è espansa nella regione dell’Asia Pacifico nel dicembre 2018 e ha aggiunto il supporto per il Lightning Network per effettuare i pagamenti.

Aree come l’Africa e le Americhe non hanno del tutto la migliore connessione internet. I dati di Internet World Stats mostrano che la penetrazione di internet in Africa è solo del 39,3%, mentre quella delle Americhe era di 77 a giugno 2018 – un numero equo, ma non abbastanza buono, considerando la necessità di internet e la sua ubiquità in alcune altre regioni.

Quindi, mentre BitMEX è attualmente in grado di accedere alla rete bitcoin da sola, potrebbe non trovare il Blockstream Satellite troppo utile. Per le persone in altre aree del mondo, questa tecnologia potrebbe essere rivoluzionaria.